STATUTO - MPC Superband 83

Vai ai contenuti

Menu principale:

STATUTO

CHI SIAMO

ASSOCIAZIONE CULTURALE, MUSICALE, ARTISTICA e RICREATIVA "M.P.C. SUPERBAND 83" con sede legale in  Monte Porzio Catone (RM), via dei Tinelloni n.30.

Art.1
(Costituzione dell’Associazione)
È costituita l’Associazione denominata "ASSOCIAZIONE CULTURALE, MUSICALE, ARTISTICA e RICREATIVA" "M.P.C. SUPERBAND 83" di Monte Porzio Catone.
Ha sede legale in Monte Porzio Catone, via Tinelloni n.30.

Art.2 (Compiti)
L’Associazione considera la musica inserita nell’ambito delle attività culturali, formative e di utile e sano impiego del tempo libero nonché come momento di educazione e di maturazione umana.

Art.3 (Finalità)
L’Associazione non persegue scopi di lucro. Essa si propone di divulgare e di far praticare le discipline la musicali, artistiche e culturali che di volta in volta intende intraprendere.
L’Associazione si propone, più in particolare, di divulgare la musica mediante la costituzione di un complesso bandistico orchestrale alla cui composizione possono partecipare uomini e donne di tutte le fasce di età.
L’Associazione può organizzare ovunque manifestazioni musicali ed acquistare o prendere in locazione strumenti musicali, divise ed altri beni,  mobili ed immobili, ritenuti necessari per la realizzazione dei propri fini.
L’Associazione può contrarre sponsorizzazioni.

Art.4 (Condizioni di Socio)
Sono soci dell’Associazione i componenti del complesso bandistico orchestrale di Monte Porzio Catone e coloro che saranno accettati dal Consiglio Direttivo previa presentazione o garanzia di un socio già iscritto con conseguente trascrizione  sul libro Soci.
Il Socio che desiderasse rassegnare le dimissioni deve darne comunicazione al Consiglio Direttivo con motivazione scritta.
I parenti degli iscritti all’Associazione per poter partecipare alle manifestazioni in programma dovranno essere o soci in regola con i pagamenti o previamente invitati dal Consiglio Direttivo.

Art.5 (Obbligo del Socio)
I Soci sono tenuti al pagamento della tessera e della iscrizione e ad osservare:
Il presente Statuto;
Gli eventuali regolamenti interni;
Le delibere prese dal C.D. e dall’Assemblea.

Art.6 (Provvedimenti disciplinari)
I Soci possono essere espulsi o sospesi qualora:
Non ottemperino agli obblighi del presente Statuto;
In qualunque modo arrechino danni morali e materiali all’Associazione;
Tengano in privato ed in pubblico una condotta riprovevole nei confronti dell’Associazione e dei suoi tesserati.
L’allontanamento viene deliberato dal C.D..

Art.7 (Organi dell’Associazione)
Sono organi dell’Associazione:
l’Assemblea Generale dei Soci;
il Consiglio Direttivo;
il Presidente ed il Vicepresidente;
il Segretario;
due Cassieri;
i Consiglieri;
il Direttore Tecnico.

Art.8 (assemblea Generale)
Partecipano all’Assemblea Generale tutti i Soci aventi diritto e comunque in regola con il pagamento della quota sociale.
L’Assemblea Generale è convocata dal C.D. almeno una volta l’anno.
L’Assemblea Generale ha il compito di:
indicare al C.D. le linee programmatiche e le direttive generali volte al perseguimento dei fini  sociali;
determinare il piano di lavoro annuale;
eleggere il Consiglio Direttivo.

Art.9 (Validità delle adunanze dell’Assemblea)
In prima convocazione, sono comunque valide le riunioni dell’Assemblea Generale alle quali siano presenti o rappresentati almeno due terzi degli associati.
In seconda convocazione, sono valide le adunanze con la partecipazione di almeno un terzo dei Soci.
Le deliberazioni assembleari sono adottate a maggioranza semplice dei voti espressi dai votanti.
Per giustificati motivi è consentita la delega per la rappresentanza in Assemblea. In ogni caso, ciascun Socio presente può rappresentare solo un delegante.

Art.10 (Consiglio Direttivo)
Il C.D. è composto da tre a quindici membri, i quali dorano in carica un anno e possono essere riconfermati.
Il C.D. elegge nel suo seno i Presidente, il Vicepresidente, il Segretario,il Direttore Tecnico, i due Cassieri.
Il C.D. ha tutti i poteri e le attribuzioni di amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, delibera sulle domande di adesione dei Soci aspiranti; determina l’ammontare delle quote sociali (annuali o mensili) e delle modalità  di incasso delle stesse; provvede all’espulsione del Socio qualora questi non ottemperi ai suoi doveri; approva il bilancio preventivo e consuntivo.
Le deliberazioni del C.D. sono adottate con la maggioranza di almeno undici dei voti espressi dai suoi membri.
Il C.D. stabilisce di volta in volta la data della riunione.

Art.11 (Presidente e Vicepresidente)
Il Presidente rappresenta l’Associazione; presiede l’Assemblea ed il C.D.; in caso di urgenza e salva ratifica del C.D., delibera su ogni questione relativa all’esistenza e allo sviluppo dell’Associazione.
Al Presidente è affidata la custodia del libretto bancario a firma congiunta con uno dei Cassieri.
Il Vicepresidente collabora strettamente con il Presidente e lo sostituisce ad ogni effetto in caso di indisponibilità ed impedimento di questi.
Svolge la sua normale attività secondo i compiti delegati dal Presidente.
Nelle riunioni dell’Associazione, in caso di parità nelle votazioni, il voto del Presidente è determinante.

Art.12 (Segretario)
Il Segretario collabora con il Presidente nell’amministrazione e nel funzionamento dell’Associazione; redige il verbale delle riunioni dell’Assemblea e del C.D..

Art.13 (Cassieri)
I Cassieri provvedono:
alla riscossione delle quote associative, con conseguente trascrizione in un libro contabile;
alla registrazione su detto libro delle partite in entrata ed uscita relative alla gestione dell’Associazione;
al versamento delle somme incassate su un apposito libretto di risparmio aperto a nome dell’Associazione;
al pagamento delle spese relative alla gestione dell’Associazione.
I prelievi dal libretto di risparmio debbono essere effettuati solo a mezzo firma congiunta del Presidente e di uno dei  due Cassieri.

Art.14 (Direttore Tecnico)
Il Direttore Tecnico provvede a prendere contatti con chiunque sia interessato alle prestazioni del complesso bandistico orchestrale. Allo stesso compete, previa autorizzazione del Presidente, di coordinare l’attività della banda e di definire  le modalità delle varie manifestazioni.

Art.15 (Modifiche allo Statuto)
Eventuali modifiche allo statuto dovranno essere approvate dall’Assemblea Generale dei Soci da convocarsi in seduta straordinaria con la partecipazione di almeno il 50% più uno degli aventi diritto, nella prima convocazione e con la partecipazione  di almeno un terzo in seconda convocazione.
In entrambi i casi sono valide le deliberazioni prese a maggioranza assoluta dei presenti.
In caso di parità il voto del Presidente è determinante.

Art.16 (Entrate)
Le entrate finanziarie dell’Associazione sono costituite:
dall’ammontare delle quote associative;
dalle somme incassate per atti di liberalità e per qualsiasi altro titolo legittimo e moralmente onesto;
da eventuali sponsor.

Art.17 (Scioglimento dell’Associazione)
L’Associazione si può sciogliere per:
impossibilità di perseguire le sue finalità
volontà dei Soci.
Qualora venga deliberato lo scioglimento, il Consiglio Direttivo dovrà stabilire le modalità per la liquidazione  delle attività patrimoniali e intrasferibili.

Art.18 (Esercizio Amministrativo)
L’esercizio amministrativo coincide con l’anno solare e si chiude, pertanto, al 31 dicembre di ogni anno; il rendiconto annuale deve essere fatto entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello dell’esercizio di cui si tratta.  Il primo esercizio amministrativo si chiude il 31 dicembre 1985.

Art.19 (Disposizioni finali)
Per quanto non compreso nel presente Statuto, decide l’Assemblea dei Soci in seduta straordinaria con la maggioranza dei partecipanti tenendo presente le leggi dello Stato Italiano che disciplinano la materia.


Torna ai contenuti | Torna al menu